Sei da pochi anni, o forse da tanti, arrivato in questo paese, ma…


Straniero in Italia

Vorresti avere un lavoro migliore, e non sai come fare.

Vorresti sfruttare le tue conoscenze, le tue potenzialità, nel lavoro che già svolgi.

Soprattutto, vorresti valorizzare te stesso.
 

Non sei il solo a vivere questa esperienza!

Anch’io, come straniera, ho vissuto questi momenti, ma poi sono riuscita a tirar fuori il meglio di me, a cambiare lavoro e fare ciò che mi piace di più!
 

So che è possibile! Come? Prima ti racconto brevemente la mia storia:

Quando ho deciso di venire in Italia, per diverse ragioni – la principale sinceramente per accontentare mia madre e le mie sorelle che vivevano già qui – purtroppo mio padre era venuto a mancare, e io e mia sorella gemella eravamo rimaste sole nella nostra madre patria. Al momento mi ero sentita persa, ma avevo comunque trovato la forza di andare avanti, appoggiandomi al mio ragazzo e alla mia gemella.

Allora, perché decisi di accontentare la mia famiglia, se comunque nel mio paese avevo ancora una casa, un piccolo lavoro, studiavo e avevo comunque persone che mi volevano bene?

Proprio nel momento in cui mi ero convinta che, anche se ero lontana della gran parte della mia famiglia (ho altre 3 sorelle e un fratello), avevo comunque dei forti appigli sui quali restare ancorata, da un momento all’altro sono stata lasciata dal mio ragazzo; poi, il mio paese attraversava una forte crisi economica e non c’era molto lavoro, soprattutto il lavoro che volevo io, per il quale stavo studiando.

Mi sono sentita così costretta dalla pressione della mia famiglia, dalla paura di non trovare lavoro e, per di più, delusa dall’amore, a lasciare il mio paese per venire in Italia.

E non era ancora finita: sia la mia famiglia che alcuni amici mi avevano raccontato di un’Italia che al mio arrivo non riconoscevo, che al primo impatto era tutta diversa da quanto di positivo mi aspettavo. Mi trovai con molta difficoltà a parlare una lingua che prima d’allora avevo a mala pena studiato, mi sentivo in difficoltà e soprattutto molto frustrata nel non riuscire ad esprimere ciò che realmente io volevo.

Iniziai a fare dei lavoretti che prima d’ora non avevo nemmeno considerato perché non ne avevo il bisogno: in Perù la mia famiglia stava bene e le cose principali non mi erano mai mancate, ma qui era tutto diverso. C’era un affitto da pagare e tutto era molto più costoso, inoltre gli studi universitari fatti non mi venivano riconosciuti.

Mi sono dovuta accontentare di quanto trovavo, venivo pagata poco e in alcuni casi sono stata trattata male. In quei momenti pensavo che gli stranieri – non so per quale motivo – venivano sempre trattati male; per di più, le donne sudamericane come me (indifferentemente dalla educazione e classe sociale) venivano considerate persone senza educazione, viste in aggiunta come donne “facili”.

In sintesi, avevo lasciato il Perù per la mia paura di non trovare lavoro, per accontentare la mia famiglia, per dimenticare un amore che non avevo più, mi sentivo frustrata per non conoscere la lingua e avevo la sensazione di non essere la benvenuta in un paese che non accoglieva gli stranieri. Sentivo che, nell’adattarmi, stavo perdendo la mia identità; nel cercare di parlare bene l’italiano dimenticavo di essere peruviana, e capitava che gli italiani non mi vedevano come italiana e i peruviani non mi vedevano come peruviana.

Che confusione, vero?

Se ti ritrovi anche tu, un po’ nella mia storia, ti posso aiutare a ritrovare te stesso e migliorare la tua vita!

Perché, come hai visto, anch’io ci sono passata, so quanto è brutto stare male in un paese dove hai smarrito la tua identità e vorresti tanto ritornare nel tuo paese o andare da altra parte!

Ora però, grazie alla mia costanza e curiosità nel capire come fare a potenziare le mie capacità e depotenziare le mie paure, i miei sensi di inadeguatezza, le mie convinzioni limitanti, seguendo vari studi e percorsi, la mia vita ha preso la rotta che ho deciso di darle sfruttando il mio essere diversa, e tutto questo grazie ai migliori coach e mentori che ho incontrato, che mi hanno aiutata a diventare la Life Coach a 360° che volevo essere e che oggi sono.

 

Ti offro ora un Coaching personalizzato, che aiuterà anche te a diventare chi vuoi essere!

 
Rispondi alle domande che trovi sotto, così da capire insieme qual è il percorso adatto a te.

 

Incontri di persona, tramite skype o via telefonica, scegli tu!
Il programma e le tempistiche vengono adattati alle tue esigenze.
Ricordati che il primo incontro è gratuito! E se preferisci También hablo español!


Compila il seguente modulo e chiedi i dettagli del programma che ti interessa

Entro 3 giornate lavorative ti manderò una proposta su misura per te.

* campo obbligatorio


[recaptcha]